Balenciaga

Balenciaga è una nota casa di moda francese, con sede a Parigi, fondata nel 1917 dallo stilista spagnolo Cristóbal Balenciaga che godeva di una elevata reputazione quale “couturier”. Si tratta di una delle case di moda di lusso più importanti al mondo.

I suoi capi prêt-a-porter rientrano tra quelli più apprezzati ed indossati dalle grandi star di sempre, fino alle celebrity dei nostri tempi. Non solo l’abbigliamento sia maschile che femminile ma anche gli accessori come le borse, sembrano essere oggetto del desiderio di tantissime donne e uomini. Ciò che contraddistingue questa casa di moda da sempre, è l’indiscutibile pregiata qualità e il tradizionale design.

La storia di Cristóbal Balenciaga

Il brand fu fondato in Spagna nel 1917, oggi facente parte della multinazionale Kering. Il suo fondatore fu lo stilista spagnolo Cristóbal Balenciaga che fondò la sua prima boutique a Sebastian che con il trascorrere del tempo si ampliò, fino a Madrid e Barcellona, tanto da arrivare a vestire anche la famiglia reale spagnola. Dopo la guerra civile spagnola, Balenciaga fu costretto a chiudere ogni attività per trasferirsi a Parigi, dove per molti venne considerato un mito. La sua prima sfilata vide capi estremamente influenzati dall’epoca del Rinascimento spagnolo, come l’abito “Infanta” in satin avorio, con decorazioni in velluto ispirato ai dipinti di Velasquez o come il “bolero in velluto”, uguale a quello utilizzato dai toreri spagnoli.

Il successo dello stilista fu quasi immediato, non solo in Spagna ma anche in Francia, conquistando i parigini con il “cappotto quadrato” dalle maniche tagliate in un unico pezzo con il giogo e per via dei suoi disegni che vedevano l’utilizzo del pizzo nero su un tessuto rosa brillante. Cristóbal riuscì ad andare oltre la sua epoca realizzando capi di avanguardia, come i “cappottini in twill” di lana a quadretti della linea a uovo, gli abiti da cocktail in pizzo chantilly e organza. Famoso l’abito “a sacco”, una tunica in velluto nero e senza vita, ma anche i capi iconici come il “tailleur” semi aderente in tweed con il collo scostato e chiuso da quattro bottoni. Il 1951 fu l’anno ispirato agli “abiti in stile flamenco”, realizzati in velluto nero con corolle di ruches in taffetà rosa.

All’età di 73 anni, nel 1968 Balenciaga decise di chiudere l’azienda. La Maison tornerà sulle scene con la nomina del direttore artistico Nicolas Ghesquière nel 1997, seguito da Alexander Wang nel 2012. Sarà solo con l’arrivo di Demna Gvasalia che Balenciaga ritornerà al successo. Dopo l’abbandono del collettivo a settembre 2019, ora Gvasalia sembra volere puntare alla porzione più alta del lusso.

Caratteristiche degli abiti

La visione artistica di Cristóbal ha fatto da scuola a coloro che hanno avuto la possibilità di lavorare per Balenciaga, aprendogli così le porte del successo. L’esperienza acquisita ha formato apprendisti come Oscar de la Renta, Andre Courreges, Emanuel Ungaro e persino Hubert de Givenchy. Da qui l’appellativo di “maestro” dato dai colleghi.

Le linee fluide, il design unico, i contrasti dei tessuti e l’originalità sono le caratteristiche principali di tutte le creazioni, che hanno dato vita a pezzi che sembrano essere in grado di aiutare modificare la silhouette. Cristóbal era un perfezionista che si aggiudicò l’appellativo di “La Catastrophe”, perché capace di innervosirsi in pochi minuti se il vestito non era venuto come desiderava lui. Nel 1967 realizzò dei pezzi molto importanti tra cui “Le Chou Noir”, un abito scultoreo composto da una cappa in gazar di seta con una grande rouche sul volto, che poteva essere indossata sulle spalle oppure come cappuccio.

Gli abiti prodotti da Balenciaga erano rivolti solamente alla gente che contava, come personaggi del calibro della Countess von Bismarck, influencer dell’epoca, Wallis Simpson, Grace Kelly, Jackie Kennedy, Helena Rubinstein e Greta Garbo.

Il sito ufficiale

Il vasto catalogo dei prodotti è consultabile collegandosi direttamente sul sito ufficiale dell’azienda. All’interno del sito l’utente ha la possibilità di visionare tutte le collezioni uomo, donna dal 2018 al 2022. Ogni sezione è suddivisa in categorie: abbigliamento, calzature, pelletteria, piccola pelletteria e accessori.

Haute Couture

Sono trascorsi più di 53 anni da quando Cristóbal Balenciaga chiuse per sempre il suo atelier, dicendo addio alla linea Haute Couture. Nel 2020, l’attuale direttore artistico Demna Gvasalia annunciò di volere riportare l’azienda agli antichi fasti rilanciando in passerella l’Alta Moda. Lo stilista di origini georgiane ha annunciato che avrebbe sfilato con la sua prima collezione “Balenciaga Haute Couture” per la stagione autunno-inverno 2020/21. La decisione ha colto di sorpresa l’ambiente della moda, ma d’altronde da quando è approdato nel 2015 in azienda, sembra avere sempre imposto alla casa di moda la propria impronta street. Uno stile che si distacca molto dalla tradizione della Maison.

L’Haute Couture è il principio base della casa di moda, e secondo quanto affermato dallo stesso direttore artistico, è un dovere riportare l’Alta Moda in passerella. Al di sopra delle tendenze, rappresenta un modo per esprimere la bellezza ai massimi livelli sia estetici che qualitativi, collegando la visione moderna della casa di moda alle sue origini. La Maison fondò così un team dedicato al progetto, nel salone originale situato nello storico indirizzo di 10 Avenue George V a Parigi.

Demna guarda al passato per disegnare il presente, per vestire clienti che mai avrebbero pensato di avvicinarsi alla couture. Immagina infatti, un’alta moda nella versione più alta del lusso, con tessuti e tagli modellati su ogni persona, del suo prêt-à-porter. Identica la silhouette imponente e larga di spalle, così come le incursioni nel mondo dello sport o dell’utility, lo spirito sgraziato e mascolino. Ciò che sembra interessare Demna sembra riguardare la realizzazione dei vestiti piuttosto che il fare moda.

Servizio clienti

Per qualsiasi informazione è possibile mettersi in contatto con i consulenti tramite live chat o whatsapp. Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle 09.30 alle 19.00. Sul sito puoi trovare il numero dell’assistenza clienti o in alternativa, l’indirizzo di posta elettronica, nel caso in cui preferissi inviare una mail. Riceverai una risposta da un consulente entro 24 ore dall’avvenuta ricezione della tua richiesta di supporto.

Nell’apposita sezione “servizio clienti” puoi trovare risposta alle domande più frequenti sulle condizioni di vendita e sui servizi offerti dall’azienda. Per richiedere informazioni sugli ordini online puoi contattare il servizio clienti acconsentendo al trasferimento dei tuoi dati dal di fuori del tuo paese o regione. L’azienda inoltre, offre la possibilità di prenotare un appuntamento presso uno dei punti vendita più vicini al cliente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.