Come investire sui mercati finanziari: asset da monitorare, strategie e consigli utili

Investire sui mercati finanziari è un’operazione che interessa e appassiona un numero sempre crescente di persone. Gestire un investimento in tutte le sue fasi, dalla A alla Z, prevede molte attività e un’attenzione particolare. In generale gli investimenti sono però, in termini pratici, stati resi decisamente più semplici grazie alle migliori piattaforme per il trading online. Quest’ultime hanno permesso anche agli investitori di ottenere una maggiore serenità e sicurezza.

Le loro normative di riferimento le equiparano di fatto a delle banche e quindi consentono di usufruire di un grado di sicurezza particolarmente elevato. Inoltre i migliori broker permettono anche di operare in assenza di commissioni sulle compravendite, evitando così spese inutili che in passato influivano sui profitti azionari. Ovviamente vi sono diverse strategie che possono essere messe in atto dagli investitori ma la più utilizzata continua ad essere l’investimento speculativo.

Questo ha come scopo la volontà di acquisire quote azionarie, criptovalute, valute monetarie, indici o materie prime, nella speranza che queste acquisiscano un valore maggiore nel tempo. Aspetto che permette agli investitori di procedere poi con la vendita e realizzare degli utili. Ovviamente anche questa modalità “classica” di investimento presenta dei rischi ed è sempre importante tutelarsi con appositi strumenti e procedere con cautela.

Asset d’investimento e strategie

Per scegliere i giusti asset su cui puntare è molto utile leggere le analisi presenti sul sito TradingOnlineTop.com, che consentono all’utente di individuare con maggiore consapevolezza il proprio ambito di investimento e determinare un capitale di partenza.

Per i principianti potrebbe essere una buona scelta quella di realizzare dei primi investimenti, anche sotto forma di test, nel mercato azionario, magari concentrandosi su azioni molto famose. Queste possono interessare ad esempio i colossi del mondo Tech, i farmaceutici o i titoli petroliferi. Generalmente infatti i titoli molto affermati, che vantano una notevole solidità, non subiscono spesso variazioni significative e mantengono una certa solidità nel tempo.

Il forex, ovvero il mercato delle valute internazionali, è invece basato sull’andamento monetario ed è strettamente relazionato con l’operato delle varie banche centrali. Chi decide di fare forex dovrebbe cercare di comprendere quale valuta potrebbe nel tempo acquisire maggior potere d’acquisto, in rapporto con un’altra. In questa fase per chi desidera investire nel forex è importante tenere in considerazione i rischi derivanti dall’inflazione.

Altri asset e consigli utili

Un altro asset decisamente interessante è quello delle criptovalute. Queste rappresentano un bene soggetto ad un’elevatissima volatilità. Ciòsignifica che possono essere protagoniste di aumenti e perdite di valore molto significativi nel giro di pochissimo tempo. Le crypto più famose, Bitcoin ed Ethereum, sono al centro di un periodo di grande espansione. Rispetto alle monete virtuali emergenti queste sono anche in grado di assicurare una maggiore stabilità.

In ogni caso le crypto emergenti possono avere un andamento interessante e per questo motivo molti investitori decidono di includerle nel proprio portafoglio, magari utilizzando uno stop loss come strumento di tutela. Infine sono poi da segnalare le materie prime, dette anche trading commodities, come ad esempio: petrolio, oro, diamanti, rame, zucchero, argento e acciaio. Il loro andamento dipende dalla domanda e dall’offerta a livello mondiale e può essere influenzato anche da dinamiche locali dei luoghi di produzione o estrazione.

Alcuni consigli utili che si possono applicare a tutti gli investitori, a prescindere dagli asset prescelti, sono:

  • Utilizzare lo stop loss.
  • Valutare il copytrading.
  • Mantenersi sempre informati.
  • Leggere le analisi macro-economiche.
  • Guardare i segnali e i trend d’investimento.
  • Procedere sempre con cautela.

In generale i fattori che possono influire su tutti gli investimenti sono ad esempio: i tassi d’interesse delle Banche Centrali e le politiche monetarie applicate, l’andamento macro-economiche, gli investimenti dei colossi economici che possono spostare l’influenza degli investitori e la stabilità geo-politica. Considerare questi fattori può sicuramente permettere a chi investe di farlo con maggiore serenità e consapevolezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.