Internet per la casa: tutto quello che devi sapere sulla fibra ottica

Attraverso le nuove connessioni in fibra ottica è possibile usufruire di vantaggi importanti, per rendere la casa più smart e attrezzarla per la digitalizzazione avanzata.

In questo momento le reti in fibra rappresentano la migliore soluzione per connettere l’abitazione in modo efficiente, beneficiando di performance elevate per svolgere attività ormai all’ordine del giorno come lo smart working, lo streaming video in alta definizione e la domotica residenziale.

D’altronde, la diffusione della banda ultra larga e delle reti mobili 5G ricopre un ruolo fondamentale nello sviluppo sostenibile, come indicato negli obiettivi digitali per il 2030 della Commissione Europea. Entro il decennio l’UE vuole favorire l’acquisizione di competenze digitali minime da parte di almeno l’80% della popolazione europea, garantire infrastrutture digitali sicure a tutti i cittadini e arrivare al 100% di servizi online nel campo della sanità e della pubblica amministrazione.

Nei prossimi anni, dunque, utilizzeremo sempre di più internet per realizzare una serie di attività, un processo di dematerializzazione che aiuterà a creare un futuro più green e socialmente inclusivo. L’uso delle tecnologie digitali non serve solo per agevolare la vita di tutti i giorni, ma offre opportunità significative per affrontare problematiche ambientali complesse, come la lotta ai cambiamenti climatici attraverso la riduzione delle emissioni di carbonio e un utilizzo responsabile delle risorse naturali.

Quali sono le prestazioni delle reti in fibra ottica

Come si apprende nell’approfondimento di Sorgenia dove viene spiegato cos’è la fibra ottica, questa tecnologia si basa sull’impiego di infrastrutture innovative, con cavi composti da un fascio di filamenti in fibra di vetro estremamente sottili. Le caratteristiche di questo materiale consentono di trasmettere i dati in modo particolarmente veloce, considerando che rispetto alla tecnologia ADSL si ottengono prestazioni superiori di oltre 100 volte.

L’ADSL infatti può arrivare a una velocità fino a 20 Mbps, mentre con la fibra le performance possono raggiungere, nel caso della tecnologia FTTH, anche i 2,5 Gbps. Inoltre, anche laddove non arriva la fibra FTTH ad alte prestazioni, è possibile optare per una connessione in fibra FTTC, un’alternativa comunque più efficiente rispetto alla vecchia ADSL. Anche in questo caso, il trasferimento dati avviene in maniera molto rapida, con una velocità fino a 200 Mbps, quindi almeno 10 volte superiore se paragonata con una rete ADSL.

Ad esempio, per scaricare un film con risoluzione HD da 2 GB con la fibra FTTH a 2,5 Gbps servono solo 8 secondi, mentre con una connessione ADSL da 20 Mbps sono necessari oltre 11 minuti. Lo stesso avviene per effettuare il download di un file musicale da 0,5 GB, per il quale con la fibra ottica pura bastano soltanto 2 secondi, in confronto agli oltre 3 minuti impiegati da una rete ADSL tradizionale. I vantaggi sono evidenti, tuttavia non bisogna sottovalutare anche i benefici indiretti garantiti da questa tecnologia.

Il ruolo delle connessioni in fibra ottica per lo sviluppo sostenibile

L’uso delle reti in fibra ottica viene spesso affiancato allo sviluppo ecosostenibile, sebbene non sempre venga chiarito il perché di questa associazione. Innanzitutto, adoperare una connessione a banda ultra larga consente di ridurre le ore di utilizzo dei dispositivi, accelerando operazioni come il download di documenti e di contenuti audio e video. In questo modo è possibile risparmiare tempo ed energia, evitando di sprecare elettricità aspettando che un file venga scaricato nel proprio device o caricato da un server per lo streaming.

Inoltre, avere a disposizione una connessione di rete più veloce ed efficiente favorisce l’uso dei servizi digitali, riducendo gli spostamenti e l’uso della carta. Questa condizione promuove l’aumento della domanda di servizi online, incentivando anche le imprese ad offrire soluzioni digitali al posto dei servizi convenzionali. Si tratta di un circolo virtuoso, con il quale viene diminuito l’impatto sull’ambiente attraverso l’innovazione tecnologia e una maggiore digitalizzazione, sfruttando le potenzialità delle infrastrutture di connessione ad alte prestazioni.

Ovviamente, per ottenere risultati migliori dal punto di vista ambientale è necessario utilizzare energia da fonti rinnovabili, ad esempio installando un impianto fotovoltaico in casa oppure attivando una fornitura luce green. L’uso di connessioni in fibra ottica e di energie pulite permette di ridurre la carbon footprint, vale a dire la quantità di emissioni di CO2 prodotte da ciascun individuo nel quotidiano: rappresenta, dunque, una scelta responsabile con la quale ognuno può contribuire a salvaguardare il pianeta e costruire una società più sostenibile, resiliente e tecnologicamente avanzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.