KFC

KFC è l’acronimo di Kentucky Fried Chicken, che letteralmente vuol dire “pollo fritto del Kentucky”. Con questa denominazione esiste da decenni una società multinazionale statunitense a capo di una catena di ristoranti specializzati nel pollo fritto.

I polli vengono preparati attraverso una particolare ricetta di successo, che tra le altre cose prevede l’utilizzo di 11 tipi di erbe o spezie differenti.

La miscela di erbe e spezie e la preparazione restano un segreto per pochi addetti ai lavori. Ed il manoscritto originale della ricetta del pollo fritto prodotto dal colonnello Sanders (il fondatore della catena di fast food KFC) viene custodito nella sede centrale americana della società.

L’azienda KFC è attualmente attiva sotto forma di società controllata. Fa parte del gruppo “Yum!”.

Questa catena di fast food è presente anche in Italia grazie alla KFC Italy, che opera per conto della KFC statunitense. Sono attualmente 47 i ristoranti KFC ubicati in diverse regioni del Bel Paese.

Storia di KFC

L’azienda KFC ha una storia le cui origini risalgono agli anni trenta del Novecento.

Harland Sanders, il fondatore, dopo aver svolto tantissimi lavori sin da piccolo, a partire dal 1930 si occupa di gestire un distributore di benzina della Shell a Corbin, nel Kentucky, con annesso servizio di ristorazione.

Per quanto riguarda la ristorazione, Sanders si occupa personalmente di preparare i pasti ai clienti, avendo imparato a cucinare sin dalla tenera età dalla madre. Tra le pietanze che offre vi è anche il pollo fritto.

Ben presto le sue abilità in cucina diventano note a molti. E anche per questo motivo decide di ampliare il ristorante, raggiungendo 142 posti a sedere. Il nome del locale è Sanders Court Cafè.

All’inizio la preparazione dei polli fritti è piuttosto lunga, ma Sanders qualche tempo dopo trova il modo per cucinarli più in fretta: attraverso un metodo di frittura ad alta pressione.

Nel 1935 Sanders diventa Colonnello del Kentucky. Riceve cioè il più alto titolo onorifico di quello Stato americano, sia per le sue abilità culinarie che la sua capacità imprenditoriale.

Nel 1939 realizza una ricetta per la preparazione del pollo fritto che poi diventa definitiva. Ancora oggi tale ricetta è segreta: sappiamo soltanto che consiste nell’uso di 11 erbe o spezie.

La nascita della catena di ristoranti KFC

La catena di ristoranti KFC inizia la sua vera storia nel 1952, quando Sanders recluta il servizio di ristorazione in franchising di proprietà di Pete Harman.

Successivamente Sanders cerca altre affiliazioni, e tra molti rifiuti nel corso degli anni riesce comunque ad ampliare gradualmente la sua catena di fast food.

Nel 1957 il fondatore dell’azienda inventa il bucket, il secchiello di carta per servire il pollo e portarlo via con sé.

Nel 1964 vende l’azienda KFC ad alcuni imprenditori ricavando 2 milioni di dollari. Nonostante ciò, il colonnello Sanders non si separa dalla sua “creatura”, visto che ne diventa il portavoce ufficiale.

Negli anni successivi KFC si espande, e giunge in Messico, Jamaica, Inghilterra, Giappone e Cina. Nel frattempo l’azienda viene rilevata dalla Pepsi Cola (anni settanta), mentre da ormai diversi anni è parte del gruppo “Yum!”.

Sanders muore nel 1980, ma la KFC continua la sua crescita. Oggi la catena di fast food è presente in più di 140 Paesi nel mondo con oltre 23mila ristoranti.

La ricetta segreta

Il manoscritto originale della ricetta segreta del pollo fritto KFC (risalente al 1939) è conservato gelosamente nella sede di KFC a Lousville, in Kentucky.

La ricetta in questione viene brevettata nel 1955 dallo stesso Sanders. Nello stesso anno, il fondatore della società registra anche il brand “Kentucky Fried Chichen”.

KFC in Italia

La catena KFC, in Italia esordisce timidamente. Ad esempio, negli anni settanta un ristorante viene aperto a Napoli, ma chiude dopo breve tempo.

Fino al 2014 soltanto due ristoranti KFC risultano attivi sul suolo italiano: in Sicilia nella Naval Air Station Sigonella e in Campania presso il US Navy Support Site di Gricignano (Caserta). Per lungo tempo sono stati riservati soltanto ai militari e gli addetti ai lavori, e solo in seguito resi disponibili anche per i civili.

Nel 2014 il ristorante di Sigonella chiude, ma nello stesso anno la KFC lancia il suo sito web italiano, e annuncia il rilancio della catena di fast food nel Bel Paese. Le prime nuove aperture si hanno a Roma e Torino.

Ad oggi in Italia sono attivi 47 ristoranti fast food KFC.

Sede, contatti e lavora con noi

La sede legale e principale della società KFC è a Lousville, nel Kentucky (USA).

In Italia è presente la KFC Italy (che opera per conto dell’azienda statunitense), la cui sede legale si trova a Milano in via F.M. Quintiliano 41.

Per contattare l’azienda italiana è disponibile il seguente numero telefonico: 025469933.

Per lavorare in KFC Italy o visualizzare le posizioni aperte nei vari ristoranti italiani, è possibile recarsi sul sito ufficiale dell’azienda www.kfc.it e selezionare la voce “Lavora con noi” presente nel menu collocato in alto a destra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *