Fastweb

Fastweb è un’azienda di telecomunicazioni che opera in Italia e attualmente fa parte del gruppo svizzero Swisscom. E’ specializzata nelle connessioni a banda larga e ultra larga, ma si occupa anche di telefonia mobile.

La storia di Fastweb

La società nasce a Milano nel settembre 1999 tramite un accordo tra e.Biscom e la AEM (Azienda Energetica Milano).

L’obiettivo iniziale era quello di creare una rete in fibra ottica per coprire l’intero territorio milanese. In seguito diventerà un’importante realtà per le telecomunicazioni a livello nazionale.

Una volta fatta nascere Fastweb, la e.Biscom si quota in borsa anche al fine ottenere più fondi per la costruzione della rete in fibra ottica. Poco dopo la AEM vende il proprio pacchetto azionario di Fastweb, ricevendo in cambio la proprietà di Metroweb.

Primi anni 2000

Il progetto della fibra ottica di Fastweb è un qualcosa di innovativo. In Italia la fibra, che consente di navigare in internet ad una velocità elevata, non è ancora presente nei primi anni duemila.

L’azienda dapprima completa il cablaggio della fibra ottica nel territorio milanese, per poi ultimare nel 2002 le operazioni di cablaggio anche in altre città italiane: Roma, Napoli, Bologna, Torino, Bari e Genova.

Nel dicembre 2004 Fastweb viene incorporata da e.Biscom. In seguito a ciò mantiene il nome Fastweb ed il suo obiettivo principale: ampliare le telecomunicazioni di rete fissa con la banda larga.

La banda larga consente di navigare in internet, ascoltare la radio, telefonare e inviare dati mediante le reti telefoniche e di telecomunicazioni in un modo molto più veloce rispetto alle connessioni a banda stretta rappresentate dalle vecchie reti e i vecchi sistemi.

La fibra ottica permette appunto la connessione a banda larga, che può trasportare con grande rapidità e affidabilità una quantità di dati enorme.

Il 2006 di Fastweb

Il 2006 è un anno particolarmente importante per Fastweb, sia dal punto di vista commerciale che del prestigio.

In tale periodo si aggiudica sia la gara Consip che la gara Cnipa, per il Sistema Pubblico di Connettività (SPC). In questo modo diventa il fornitore di riferimento per la pubblica amministrazione.

Per quanto riguarda il mercato residenziale, realizza linee certificate fino a 6 Mbit/s (megabit al secondo) per tutti i clienti. Diventa così una tra le prime aziende in Italia a proporle.

In più, nelle aree dove ciò è possibile, offre la possibilità di connessioni con la tecnologia ADSL2+. Con tali connessioni la velocità massima teorica è di 20 Mbit/s.

Dal 2007 al 2011

Nel 2007 l’azienda svizzera Swisscom si aggiudica l’82,1% delle azioni di Fastweb. Poi, tramite la Swisscom Italia, il 12 novembre 2010 si aggiudica le restanti quote della società di telecomunicazioni nata a Milano.

Sempre nel 2007, Fastweb sottoscrive un accordo con 3HG, diventando anche operatore mobile virtuale. Nel 2010 sottoscrive un accordo con Telecom per sviluppare le reti in fibra ottica di nuova generazione.

Nel 2011 si accorda con Sky, diventando il primo gestore di telefonia in Italia a offrire, in un solo abbonamento, oltre alla telefonia a banda larga anche i servizi della piattaforma televisiva satellitare. Negli anni successivi le due compagnie faranno altri importanti accordi.

Dal 2012 a oggi

Nel periodo 2012-2013 l’azienda Fastweb dà il via allo sviluppo della rete FttC a banda ultralarga. Ciò al fine di portare la connettività fino a 100 Mbit/s sia per le utenze domestiche che per le aziende.

Per quanto riguarda il 2015, sottoscrive un accordo con TIM per garantire ai clienti della telefonia mobile una copertura maggiore, oltre all’accesso alle reti in 4G e 4G Plus.

Nel 2016 diventa il primo operatore europeo ad utilizzare la tecnologia Vplus. Quest’ultima permette di raddoppiare la velocità massima teorica della linea fissa, passando da 100 a 200 Mbit/s. E nel frattempo l’azienda continua i suoi investimenti per la rete FttC, per offrire connessioni con una velocità massima teorica fino a 1 Gbit/s.

Nel 2017 la società inizia le sue prime sperimentazioni per la rete 5G in alcune città italiane.

Inoltre, acquisisce una porzione di banda da Tiscali, e partecipa all’asta indetta dal Ministero per lo Sviluppo Economico per l’assegnazione delle bande di frequenza. In seguito a queste due operazioni diventa un operatore mobile fisico.

Nel dicembre 2019 sottoscrive un patto con Linkem, che le consentirà di entrare nel mercato 5G Fixed Wireless, ossia la banda ultralarga wireless (senza cavi) per le utenze domestiche.

La filosofia di Fastweb

Nel corso degli anni Fastweb ha saputo affrontare molte sfide del mercato, rinnovando la sua vision e i suoi valori sulla base dei cambiamenti sociali e tecnologici.

Ancora oggi, la società e i suoi dipendenti sono pronti a proseguire nel loro ruolo di primo piano nel processo di digitalizzazione dell’Italia.

Digitalizzazione in questo caso significa adottare dei processi ottimali per rispondere alle esigenze imposte dall’era digitale, in cui la velocità di esecuzione e l’efficienza hanno un ruolo centrale.

Sede, contatti e lavora con noi

Fastweb ha la sua sede centrale (che è anche la sua sede legale) a Milano, in Piazza Adriano Olivetti 1.

Dispone in totale di 17 sedi, di cui 16 in Italia e 1 a Bruxelles.

Per informazioni su come contattare l’azienda, è possibile consultare la pagina raggiungibile al seguente indirizzo web: https://www.fastweb.it/corporate/contatti/.

Per informazioni su come lavorare con Fastweb, per candidarsi per le posizioni aperte o per inviare una candidatura spontanea, è possibile consutare la pagina disponibile al seguente indirizzo: https://www.fastweb.it/corporate/lavorare-in-fastweb/lavora-con-noi/.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.