Fidelity

Quando si parla della società Fidelity, si fa riferimento a una multinazionale che si occupa di servizi finanziari. Fondata nel 1946 da Edward Jonson, ha sede a Boston, negli Stati Uniti, e attualmente si chiama Fidelity Investments Inc.

Nel 1980 il ramo internazionale per gli investimenti di Fidelity si stacca e diventa una società indipendente chiamata Fidelity International Limited. Attualmente è controllata principalmente dal suo management e dalla famiglia Jonson.

Sia la Fidelity Investments Inc. che la Fidelity International Limited sono attualmente gestite dalla manager Anne Richards, mentre la carica di presidente è coperta da Abigail Johnson (figlia del fondatore).

Nel complesso, con le sue società indipendenti, controllate e succursali, Fidelity rappresenta uno dei gruppi più grandi al mondo per quanto riguarda la gestione di fondi comuni di investimento e di fondi pensione.

Storia di Fidelity

Nel 1946 Edward Johnson fonda la società Fidelity Management & Research, chiamata anche con l’acronimo FMR. Manterrà questa denominazione per molti decenni, e soltanto in seguito assumerà l’attuale nome di Fidelity Investments Inc.

Gli anni sessanta e settanta

Trascorsi diversi anni dalla fondazione, l’azienda decide di offrire i suoi servizi finanziari anche sui mercati non appartenenti agli Stati Uniti d’America. Per tale motivo, nel 1969 crea un’altra società, la Fidelity International Limited, chiamata anche con l’acronimo FIL.

Nei suoi primi anni la FIL non è una realtà autonoma, ma il ramo per gli investimenti internazionali della Fidelity statunitense.

Sempre durante il 1969, la Fidelity apre un ufficio a Tokyo per conto della FIL. Nel 1973 ne apre un altro a Londra.

Dal 1980 al 2003

Nel 1980 la prima menzionata FIL viene scorporata dall’azienda madre. Per cui inizia ad offrire i suoi servizi in maniera indipendente, pur rimanendo la divisione internazionale della Fidelity.

L’anno successivo, l’espansione di Fidelity International Limited nel mondo prosegue aprendo un altro ufficio all’estero, stavolta a Hong Kong. Cinque anni più tardi (ossia nel 1986) apre un’altra filiale estera, per la precisione a Taipei (nello stato di Taiwan).

Inoltre, nel 1991 la FIL apre un ufficio nei Paesi Bassi, per la precisione ad Amsterdam. Seguiranno altre aperture negli anni successivi.

Nel 1997 l’incarico di CEO per la Fidelity viene affidato a Robert Pozen, un noto dirigente finanziario americano.

Allo scopo di ideare e gestire le strategie di investimento per i clienti di Fidelity, nel 2001 viene creata l’azienda Geode Capital Management LCC, la quale nel 2003 viene scorporata come società indipendente pur mantenendo i rapporti con Fidelity.

Nel 2010 la divisione di venture capital (capitale di rischio) della Fidelity, chiamata Fidelity Ventures, viene chiusa. Da tale esperienza ha origine Voilition Capital, fondata proprio da molti ex dipendenti di Fidelity Ventures.

Nel 2014 il nuovo presidente e CEO della Fidelity americana è Abigail Johnson. Costei assume al contempo anche l’incarico di presidente della Fidelity International Limidetd (FIL).

Nel 2018 la Fidelity lancia una entità separata che si occupa di custodia istituzionale e di trading riguardante le criptovalute, ossia le monete elettroniche (come ad esempio i Bitcoin).

Alla fine dell’anno Anne Richards, su richiesta della presidentessa Abigail Johnson, diventa CEO della Fidelity statunitense e di quella internazionale.

Nel 2019, per le mansioni di custodia e trading delle criptovalute per gli investitori di tipo istituzionale, la Fidelity crea la società Fidelity Digital Asset Services.

L’anno successivo Fidelity apre un nuovo centro per gli investitori nello stato americano del Massachusetts, precisamente a Newton.

I servizi finanziari di Fidelity

Fidelity si occupa di offrire ai propri clienti i seguenti prodotti finanziari:

  • Fondi pensionistici
  • Fondi di investimento
  • Conti correnti
  • Carte di credito
  • Assicurazioni sulla vita
  • Commercio elettronico.

La proprietà di Fidelity

Fidelity Investments Inc. appartiene per il 49% alla famiglia Johnson. Infatti ne possiede numerose azioni, individualmente o mediante vari trust. Per via di ciò, i voti nel consiglio di amministrazione della società hanno il peso maggiore rispetto al totale degli aventi diritto.

Il rimanente 51% della proprietà è suddiviso principalmente tra i dipendenti e gli ex dipendenti di Fidelity, tra i quali rientrano dei gestori di fondi e degli ex dirigenti.

Per quanto riguarda Fidelity International Limited, la famiglia Johnson ne possiede una minoranza di poco inferiore al 40%, mentre la parte restante è suddivisa tra i dipendenti.

I principali uffici di Fidelity, la sede italiana, e il servizio clienti

La sede centrale di Fidelity si trova a Boston, nello stato americano del Massachusetts.

Gli altri principali uffici della società, dove si svolgono le operazioni più importanti, si trovano nei seguenti stati USA: New Hampshire, Rhode Island, Texas, Kansas, Kentucky, North Carolina, New Mexico, Ohio, Utah, Florida e Colorado.

Negli Stati Uniti possiede la sua maggiore sede di sviluppo software, mentre la seconda sede più importante per quanto riguarda questo specifico settore si trova in India.

Per quanto riguarda l’Italia, esiste un ufficio Fidelity a Milano, in Corso Italia 3. Telefono della sede: 02.3057.4700. E-mail della sede: fidelity.italia@fil.com.

L’ufficio milanese appartiene alla società Fidelity Italia, che è una succursale di FIL (Luxemboarg) S.A. con sede in Lussemburgo. Quest’ultima società è a sua volta una controllata di Fidelity International Limited.

Per ricevere assistenza, i clienti italiani di Fidelity possono contattare il numero verde 800.879437.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *