Dior

L’azienda Christian Dior SE, nota anche più semplicemente come Dior, è una casa di alta moda con sede principale a Parigi, Francia.

Viene fondata da Cristian Dior nel 1946. Attualmente appartiene al più grande gruppo di lusso al mondo: il LVMH Moët Hennessy Louis Vuitton SE, di proprietà di Bernald Arnold.

Storia della casa di moda Dior

Christian Dior nasce e cresce a Parigi. Nel 1931 perde un fratello ed entrambi i genitori, e si ritrova con gravi problemi economici. Così comincia a vendere i suoi bozzetti, diventando illustratore per il giornale Le Figaro.

Successivamente collabora come assistente al disegno per lo stilista Robert Piguet.

Nel 1941 diventa stilista freelance, e qualche tempo dopo collabora come assistente dello stilista Lucien Lelong, ottenendo un successo significativo.

Nel 1946, grazie al finanziamento di Marcel Bussac, Dior fonda l’azienda che ancora oggi porta il suo nome.

Gli anni quaranta e cinquanta

Una delle prime collezioni lanciate da Dior è “New Look”, nel 1947. Si caratterizza per tessuti pregiati e sfarsosi, e per una grande originalità nelle linee. Ottiene subito un successo incredibile, e influenza la moda a venire.

Nel 1947 nasce anche Miss Dior, ossia il primo profumo dell’azienda di moda.

Negli anni cinquanta la società comincia a produrre anche calze, cappelli, camicie, guanti, gioielleria, borse, sciarpe e lingerie.

Dal 1953 i prodotti del brand vengono distribuiti anche in Italia, Cuba, Canada e Messico.

Nel 1954 viene aperta la prima boutique Dior, e nel 1955 viene creato il primo rosseto di questa casa di moda.

Nel 1975, in seguito alla morte di Dior, il direttore artistico della società diventa Yves Saint Laurent. La sua prima collezione moda, chiamata “Trapezio”, ottiene un successo molto consistente. Mentre una delle collezioni successive, chiamata “Souplesse, Légèreté, Vie”, viene criticata dagli esperti perché ritenuta troppo ribelle e alternativa per un marchio come Dior.

Gli anni sessanta e settanta

Negli anni sessanta Yves Saint Laurent avvia la propria personale attività, e il posto di direttore artistico in Dior viene preso da Marc Bohan.

A differenza del predecessore, Bohan risulta molto fedele al fondatore dell’azienda nelle sue collezioni, e ottiene molti elogi da riviste di moda e personaggi illustri.

La prima collezione di pret-a-porter della casa di moda Dior viene disegnata da Guiborgé nel 1967. In tale anno vengono anche aperte nuove boutique del brand nel mondo.

Nel 1969 la linea profumi dell’azienda viene rilevata dal gruppo Moet-Ennessy.

Per la moda maschile, nel 1970 viene lanciato il marchio Dior Homme. Nel 1975 nasce invece “Black Moon”, il primo orologio griffato Dior, su licenza Benedom.

Gli anni ottanta e novanta

Durante gli anni ottanta l’azienda vive un periodo di forte crisi. Per tale ragione, nel 1985 Bernald Arnold ne diventa presidente del CDA, amministratore delegato e managing director.

Sotto la sua guida, l’impresa si riappropria della sua linea di profumi e focalizza la sua produzione specialmente sul settore houte couture, cioè quello degli abiti di lusso di alta moda.

Nel 1989 il direttore artistico della casa di moda Dior diventa Gianfranco Ferré, la cui prima collezione è già un successo. Il suo arrivo si rivela molto positivo nel corso degli anni.

Ferré riporta l’opulenza e lo sfarzo tipico degli abiti che disegnava a suo tempo Christian Dior, con risultati molto proficui sotto l’aspetto finanziario.

Nei primi anni di presidenza di Arnold vengono aperte ulteriori boutique negli USA e in Giappone. Nel 1990 viene commercializzata una nuova linea di orologi, chiamata “Bagheera”. Sei anni dopo, l’azienda inizia a produrre anche occhiali griffati Dior.

Nel 1997 John Galliano diventa il nuovo direttore artistico.

Dal 2000 in poi

Nel 2000 Hedi Slimane viene assunto come nuovo responsabile della collezione pret-a-porter. Questo creativo viene nominato miglior stilista del 2002 dall’associazione di categoria statunitense CFDA.

Nel 2005 il direttore artistico Galliano disegna una nuova collezione di orologi, i quali sono impreziositi da zaffiri, a cui viene attribuito il nome “Dior Christal”. Qualche anno più tardi lo stilista viene licenziato dall’azienda, a causa di un video in cui lo si sente pronunciare affermazioni antisemite.

Il posto di Galliano viene preso da Raf Simons nel 2012. Quest’ultimo resta in carica come direttore creativo fino al 2016, quando l’incarico è assunto da Maria Grazia Chiuri.

La nuova direttrice creativa vanta una pregressa e brillante carriera da Fendi e Valentino. Si focalizza non soltanto sugli abiti, ma anche sui messaggi che tali vestiti devono trasmettere.

La stilista propone infatti un nuovo approccio alla moda. Con lei le sfilate diventano veri e propri spettacoli, e per presentare le collezioni chiede anche la realizzazione di appositi cortometraggi.

Sede, contatti e lavora con noi

La società Christian Dior SE ha la sua sede principale a Parigi, in Francia.

Per sapere come contattare l’azienda, è possibile recarsi sul sito dior.com ed entrare nella sezione “Contattaci”, accessibile dall’apposito link posto sul fondo di tutte le pagine web di tale sito.

Per sapere come lavorare in Dior, ci si può recare sul sito appena citato, e accedere alla sezione “Lavora con noi”, il cui link è disponibile anch’esso sul fondo di ogni pagina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *