Apple

Apple è una società multinazionale con sede a Cupertino, in California (USA). Ha decenni di esperienza nel settore dell’informatica, ed è uno dei colossi tra le aziende statunitensi che si occupano di tecnologia.

Storia dell’azienda

La Apple nacque nel 1976 a Cupertino, inizialmente per sviluppare e vendere il computer Apple I ultimato da Steve Wozniac.

I fondatori dell’azienda furono Steve Jobs, Steve Wozniak e Ronald Wayne. Quest’ultimo vendette la sua quota di partecipazione alla società pochi giorni dopo la nascita della stessa, per il fatto di essersi rifiutato di impegnarsi economicamente per il progetto del computer Apple II, il cui costo si rivelò più elevato rispetto al budget prefissato inizialmente.

Negli anni successivi di quel decennio le vendite dei personal computer, tra i quali rientra l’Apple II, crebbero con una significativa rapidità.

Il secondo computer di casa Apple fu finanziato da Mike Markkulla, e conteneva parecchie innovazioni rispetto al suo computer predecessore.

Prima di metterlo in commercio, Steve Jobs volle cambiare logo all’azienda: fu per via di ciò che nacque la famosa mela morsicata, che sostituì Newton, figura ritenuta da Jobs troppo complicata e poco impattante.

I primi anni ottanta

Negli ottanta la Apple emerse nel mercato dei personal computer. Dopo Waine, nel 1981 anche un altro dei fondatori, Steve Wozniak, abbandonò la società.

All’inizio del decennio venne progettato l’Apple III, che però si rivelò un fallimento. Nonostante questo, l’azienda crebbe in maniera incredibile in quel periodo.

Nel 1983 venne realizzato un altro computer: Lisa, che tuttavia era un prodotto troppo all’avanguardia e costoso per quel tempo, e si rivelò fallimentare.

Nel 1984 nacque il primo Machintosh, inizialmente concepito come versione economica del Lisa.

Proprio il Machintosh fu la vera chiave del successo della Apple, ancora oggi ritenuto la base dei computer moderni. Aveva un costo molto più accessibile rispetto al Lisa, tuttavia non ebbe un successo importante in fatto di vendite.

L’addio di Jobs

Nel 1985 all’interno della Apple iniziarono a svilupparsi dei contrasti tra Steve Jobs e un’altra figura importante della società, John Sculley, che venne assunto come CEO due anni prima.

Nel maggio 1985 Sculley tolse tutte le responsabilità operative a Jobs, così a settembre quest’ultimo scelse di abbandonare la Apple per fondare la NeXT Computer.

Questa società però, nel corso degli anni successivi non riuscì ad acquisire abbastanza quote di mercato, e si avviò alla chiusura.

Al contempo, la Apple versava in una forte crisi. Così, nel 1996 il consiglio di amministrazione della Apple votò per acquisire la NeXT Computer di Jobs, anche per poter inserire il sistema operativo realizzato dalla società di quest’ultimo nei nuovi Machintosh.

Il ritorno di Jobs e gli ultimi anni

Il 16 settembre 1996 Jobs divenne il nuovo CEO dell’azienda con un compenso simbolico di appena 1 dollaro all’anno. In poco tempo riuscì a far rinascere la Apple, grazie a prodotti di successo: iMac, iPod, iPhone, iPad.

Nel 2001 fu aperto il primo dei tanti Apple Store sparsi per il mondo. Si tratta di negozi interamente dedicati ai prodotti a marchio Apple, all’interno dei quali per i clienti è anche possibile provarli.

Nel 2011 Steve Jobs morì per una grave malattia, e due mesi prima del suo decesso aveva già lasciato il posto di CEO della Apple a Tim Cook.

Ancora oggi l’azienda di Cupertino è tra i leader mondiali nel campo della tecnologia, sebbene negli ultimi anni abbia fatto registrare delle perdite economiche a cui ora sta cercando di far fronte.

Il business dell’azienda

Apple può essere definita un’azienda innovatrice. Il suo modello di business, dopo il ritorno di Jobs nel 1996 si è rivelato vincente per molti anni, anche se attualmente sta attraversando una fase non positiva, per via di alcune perdite a partire dal 2018.

Tale modello di business può essere riassunto nel modo seguente: novità, design, reputazione del brand, e vantaggio nell’uso dei prodotti.

Novità

Per quanto riguarda le novità, c’è da dire che i suoi prodotti hanno contribuito a cambiare le abitudini dei consumatori e reso i suoi competitor degli inseguitori di tendenze lanciate dalla stessa Apple.

Così è stato per il dispositivo iPod (lettore musicale e non solo), così pure per il tablet iPad, ma ancora di più lo è stato per lo smartphone iPhone.

Design

Anche il design dei prodotti Apple rientra tra i punti forti dell’azienda: tutto ciò che di materiale viene proposto dalla “mela morsicata” è bello a vedersi perché curato in ogni dettaglio.

Reputazione del brand

La Apple ha inoltre lavorato benissimo per quanto riguarda la reputazione del marchio: i consumatori che comprano i suoi prodotti si percepiscono come una cerchia di eletti esperti di tecnologia, amanti dell’innovazione e della funzionalità. Ciò è vero nonostante il fatto che i prodotti Apple si rivolgano al mercato di massa, e non a nicchie ristrette.

Vantaggi acquisiti nell’uso dei prodotti

Per quanto riguarda l’aspetto relativo ai vantaggi acquisiti nell’uso dei prodotti Apple, basti pensare ad esempio all’iPod. Questo innovativo lettore musicale, che esiste nelle varie versioni proposte nel corso degli anni, ha introdotto la rivoluzionaria possibilità (così considerata a quei tempi, anche se oggi la diamo per scontata su molti altri dispositivi anche non Apple) di acquistare musica direttamente dal device, in maniera semplice e rapida.

Sempre in relazione ai vantaggi acquisiti usando i prodotti Apple, merita una menzione l’App Store. Nato nel luglio 2008, è il primo negozio virtuale che consente di acquistare applicazioni per lo smartphone (in questo caso per l’iPhone), oltre che per il Machintosh, l’iPad e l’iPod. Il primo store di casa Android, l’Android Market (attualmente noto come Google Play) nacque invece qualche mese più tardi.

I prodotti di punta

Gli attuali prodotti di punta della Apple riguardano gli iPhone (smartphone), gli iPod (lettori multimediali portatili), gli Apple Watch (smartwatch), i Machintosh (computer come gli iMac, Mac Mini, MacBook Pro, ecc.), e gli iPad (tablet).

Degni di menzione sono anche i suoi prodotti software: l’azienda realizza infatti anche ottimi programmi e sistemi operativi per computer e altri device.

Contatti dell’azienda e lavora con noi

Per mettersi in contatto con la Apple per qualsiasi necessità, ma anche per poter verificare le opportunità di lavoro offerte dalla casa di Cupertino, è possibile consultare la pagina web in lingua italiana raggiungibile al seguente indirizzo: https://www.apple.com/it/contact/.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *