Articolo 74 codice penale: a quali reati fa riferimento? Cosa c’è da sapere?

La legge è uguale per tutti. Così c’è scritto in ogni tribunale e anche nella legge Costituzionale italiana.

Per questo chi viene portato davanti ad un giudice civile e penale ha diritto ad un processo che serve per giudicare un imputato salvo o colpevole del reato accusato. Molte sono le udienze in tribunale per chi viene preso in flagranza di reato, soprattutto di reati gravi.

In questo, e in altri casi, soprattutto nei tribunali penali, viene preso in esame l’articolo 74 del codice civile.

Di che tratta questo codice?

A quali tipologie di reati fa riferimento?

E cos’altro c’è da sapere su questo articolo?

A quali reati fa riferimento?

L’articolo 74 del codice penale si mette in atto quando in un utente o persona accusata, sono presenti più reati e che essi hanno portato ad altre tipologia di pene detentive e anche temporanee, soprattutto di diversa natura.

Le pene vengono poi applicate tutte per le loro colpe e l’ultima è sempre una: la pena d’arresto.

Inoltre questo specifico articolo viene portato in tribunale se l’imputato viene trovato in possesso di sostanze illecite, ad esempio sostanze psicotrope, medicinali, sostanze stupefacenti, e da testimoni o esami fatti alla persona imputata, che non solo è proprietario delle sostanze, ma anche è responsabile del loro traffico per avere un riscontro in denaro.

Se la pena è appunto il possesso di queste sostanze, la pena viene ulteriormente aumentata se il numero di affiliati coinvolti nel traffico illecito è superiore a dodici, tra i quali sempre che queste persone usano gli stessi stupefacenti, a tutti viene data una pena.

Che sia pesante o meno non dipende solo dal grado di importanza che si aveva nel gruppo ma anche dal numero di componenti di cui il gruppo fa parte.

Ad esempio, se dietro al traffico di stupefacenti sono state prese dieci persone, ognuna avrà dieci anni di pena.

Inoltre c’è da considerare anche la pena sul possesso di armi non registrate e non denunciate, in questo caso la pena aumenta a ventiquattro anni, e non solo al possessore, ma anche chi la usa.

Cosa c’è da sapere?

Prima di emettere questo articolo bisogna fare una serie di indagini e controllare realmente se una persona è coinvolta e, se essa è solo un gregario oppure è stato messo in mezzo da chi dirige tutto quanto, per questo vengono fatti molti esami e richiesto l’aiuto di testimoni che a volte non vogliono aiutare.

Se poi qualcuno viene identificato come la persona dietro a queste tipologie di lavori illeciti, e ne ha anche molti altri passati, gliene vengono aggiunti altri per aggravare la pena e portarlo alle autorità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.